CAVEMETEO.COM

Portale Meteo Città di Cave - Rm - Altezza m 390 s.l.m.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Home Notizie Misurare la pioggia

Misurare la pioggia

E-mail Stampa PDF

Un semplice articolo sulla spiegazione di come si misura la pioggia. E la costruzione di un semplice pluviometro. Intanto diciamo subito che in meteorologia la pioggia si misura in millimetri. In tv spesso sentiamo piogge in cm, in litri o addirittura in metri….tanto per creare confusione…

Un millimetro di pioggia corrisponde ad un litro di acqua su una superficie di un metro quadrato, esempio: 10 mm corrispondono a 10 litri di acqua su una superficie di un metro quadrato.

Lo strumento per questa misura è il pluviometro: un imbuto raccoglie la pioggia e va in una bascula che si riempie e si svuota. La"bocca" del pluviometro, ovviamente,  è rapportato alla bascula.

Questi movimenti meccanici vengono trasformati in elettrici che vanno su una consolle o su un computer.

La velocità di movimento della bascula, ci fornisce l’intensità della pioggia, in mm/h (in inglese rain/rate).

Con programmi ad hoc, si possono vedere i quantitativi di pioggia e l’intensità per poi  farne delle statistiche.

E quando nevica? Ci sono due metodi, il primo: attendere che la neve si sciolga nel pluviometro, specie quando sono nevicate brevi; il secondo: prendere la neve dal pluviometro, farla sciogliere e rimettere l'acqua nel pluviometro lentamente. Nelle precipitazioni totali sono comprese anche le nevicate, un mm di pioggia corrisponde a circa un cm di neve.

Nelle zone di montagna il pluviometro è riscaldato, ...non è il nostro caso.....

L’Osservatorio Meteo di Cave ha una strumentazione Davis che fa tutto questo e molto altro.

Prima della strumentazione Davis c’era un Pluviografo della SIAP, funzionava sempre con la bascula, ma registrava con un pennino su carta la pioggia caduta, la carta però si doveva sostituire ogni settimana.   

Se si vuole costruire un pluviometro, e non si vuole la massima precisione,  basta un imbuto e una bottiglia, ma il diametro dell’imbuto deve avere assolutamente lo stesso diametro della bottiglia.

Possibilmente deve stare all’aperto o distante dai muri di 3/5 metri. Mettere dei riferimenti sulla bottiglia con una Dymo 0 mm, 10 mm, 15 mm, ecc. Finita la precipitazione, guardate le indicazioni e…svuotate la bottiglia!   Se  ne volete comprare uno, (che è poi un piccolo contenitore) il suo costo si aggira sui 5 euro circa.

 

La pioggia ha una sua intensità che si può misurare (mm/h), e come scritto precedentemente ci vogliono strumenti adatti. Molti strumenti che si vendono, non sono precisi, ad esempio alcuni iniziano a misurare la pioggia da un mm (!), e non forniscono i mm/h. Un pluviometro deve iniziare a misurare da 0,1 mm, quindi attenzione quando se ne compra uno.

Quando vediamo scendere la pioggia, non sappiamo mai l’intensità e certe volte ci sembra veder scendere un diluvio:

ecco le varie intensità:

 

tipo di precipitazioni intensità
pioviggine debole <0,1mm/h
pioviggine moderata 0,1-0,5mm/h
pioviggine forte 0,5-1,0mm/h
pioggia debole 1,0-2,5mm/h
pioggia moderata 2,5-6mm/h
pioggia forte 6-10mm/h
rovescio debole 10-15mm/h
rovescio moderato 15-25mm/h
rovescio forte 25-40mm/h
rovescio violento 40-60mm/h
nubifragio >60mm/h


Qui per estensione:


 

termine descrizione
assenti Non sono previste precipitazioni
generalmente assenti Precipitazioni impreviste su aree molto ristrette e molto distanti tra loro, possono assumere anche carattere di rovescio o temporale. La loro probabilità di formazione è bassa
isolate Precipitazioni di piccole dimensioni spaziali e distanti decine di chilometri tra loro, ricoprono meno del 10% del territorio. La loro esatta localizzazione è impossibile
locali precipitazioni distanti alcuni chilometri tra loro, generalmente coprono il 10% del territorio. La loro esatta localizzazione è impossibile
sparse Precipitazioni presenti a "macchia di leopardo"
diffuse Precipitazioni presenti su gran parte dell'area presa in considerazione
estese Precipitazioni che spesso ricoprono tutta l'area presa in considerazione


 


Non esiste in meteorologia la definizione "bomba d'acqua".


 

Per curiosità, a Cave il massimo rain/rate è stato il 25 Settembre del 2010 con un rateo di 292,6 mm/h, durato pochissimo, ma in pochi minuti sono caduti 24,6 mm!

Le conseguenze che un episodio piovoso può portare, dipendono però non solo dalla quantità d’acqua caduta in un’ora, ma anche dalla durata del fenomeno stesso: una pioggerellina debole ma continua potrebbe quindi lasciare al suolo lo stesso quantitativo di acqua di uno scroscio di pioggia breve ma intenso.

Sotto questa luce poniamo quindi l’attenzione a cosa si intende in sede di cronache o di previsioni parlando di piogge forti o piogge abbondanti: entrambe indicano precipitazioni in grado di fornire grosse quantità di pioggia  ma le prime  con episodi anche brevi ma intensi, le seconde con piogge deboli ma prolungate nel tempo. Le piogge forti si verificano in genere nei rovesci o temporali provocati dalle  nubi cumuliformi con un vasto sviluppo lungo la verticale, mentre le piogge abbondanti accompagnano in genere le nubi stratiformi che si estendono orizzontalmente anche per centinaia  di chilometri favorendo fasi piovose prolungate. Naturalmente non è escluso che piogge abbondanti e quindi prolungate possano essere anche di moderata o forte intensità anche per  alcune ore: si tratta fortunatamente di un evento raro che può portare a eventi alluvionali!

 

Mediamente…………..la pioggia di un anno nel Mondo, in Italia e a CAVE…..

Lloro (Colombia)                      mm     13.300,0 ( il luogo piu’ piovoso della Terra)

Bombay (India)                       mm      2129,1

Dacca (Bangladesh)                 mm      1997,3

Calcutta (India)                       mm      1633,0

Bangkok (Thailandia)                mm      1466,0

Tarvisio (Udine)                       mm      1305,7

Cave (Roma)                        mm      1260,5

New York                               mm      1054,0

Napoli                                    mm       1021,1 (fonte E.N.A.V.)

Milano Linate                           mm       912,9 (fonte E.N.A.V.)

Pelermo                                 mm        855,4 (dati del Servizio Meteo Aeronautica Militare)

Amsterdam                             mm       831,0

Ciampino                                 mm       804,3 (dati del Servizio Meteo Aeronautica Militare)

Londra                                    mm       752,0

Fiumicino                                 mm       733,1

Roma Centro                           mm        711,0 (fonte U.C.E.A.)

Catania                                    mm       609,0

Parigi                                       mm       607,0

Cagliari                                    mm        427,5 (dati del Servizio Meteo Aeronautica Militare)

Il Cairo                                    mm          24,8

Una curiosità: da questi dati si può notare che Napoli è piu’ piovosa di Londra. Il fatto sta che nella città Partenopea le piogge sono concentrate in genere nel periodo autunno/inverno/primavera con quantitativi di tutto rispetto, mentre a Londra sono distribuite per tutto l’anno ma nella maggior parte dei casi con quantità minori.

Commenti? Scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Flag Counter

 

Allerta Fulmini

Allerta valida per l'area di Cave (RM)
Sistema di Allerta fulmini a scopo ludico ognuno rimane responsabile della propria incolumità e dei propri averi.
Tot. visite contenuti : 272453

statistiche contatore

Histats.com © 2005-2010 Privacy Policy - Terms Of Use - Powered By

Flag Counter

Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se visiti VisitPalestrina.it, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più sui cookie uso e come eliminarli, vedere il nostro privacy policy.

Ok accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information