CAVEMETEO.COM

Portale Meteo Città di Cave - Rm - Altezza m 390 s.l.m.

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Home Introduzione Storia satelliti meteo

Un pò di storia sui satelliti meteo

E-mail Stampa PDF

Un pò di storia e in fondo all'articolo, gli aggiornamenti di tutti i satelliti meteorologici operativi, polari e geostazionari, quelli in orbita e quelli futuri.

 

I satelliti Meteorologici fanno parte della famiglia dei satelliti denominati artificiali e con questo termine va inteso qualsiasi oggetto posto dall'uomo in un orbita attorno alla Terra o attorno ad un altro corpo celeste.

Va precisato che un satellite artificiale può venire posto in un'orbita terrestre in tre modi diversi o lungo l'equatore (orbita "Equatoriale o Sincrona") oppure passante per i poli (orbita "Polare") od ancora su un'orbita inclinata rispetto l'equatore,

comunque tutti ad una altezza non inferiore ai 130 Km e per potersi mantenere in orbita deve essere data al satellite una velocità orbitale sufficiente a contrastare la forza di gravità Terrestre altrimenti verrebbe attratto rapidamente verso Terra.

Attualmente, attività quotidiane come telefonare, vedere la TV o ascoltare la radio hanno spesso relazioni dirette o indirette con l'uso dei satelliti artificiali e il loro numero in orbita attualmente attivi raggiunge quasi il migliaio e tutti girano su orbite predeterminate e perfettamente controllate da Centri di Controllo CDA che provvedono alla loro correzione ogni qualvolta se ne presenta la necessità.Ma ora andremo a vedere da vicino la categoria di satelliti artificiali chiamati "Meteorologici" e di grande aiuto per le previsioni del tempo.

Sebbene molti sappiano già della loro presenza nello spazio non fosse altro che per le loro immagini mostrate spesso in TV durante le previsioni del tempo, sono pochi però quelli che ne conoscono la loro storia e subito va detto che le loro immagini non sono soltanto belle a vedersi ma contengono numerosissime informazioni che se interpretate correttamente ed integrate con altri dati (come ad esempio la pressione atmosferica, la temperature al suolo ed in quota, ecc.), divengono utilissime per fare previsioni del tempo a breve e media scadenza e inoltre possono essere un'importante fonte di studio riguardante l'agricoltura e la climatologia.

Quindi vediamone un po' la loro storia. In sintesi possiamo dire che si tratta di satelliti artificiali che dallo spazio inviano quotidianamente a terra immagini della situazione Meteorologica e Climatologica in atto sul nostro pianeta.

Il primo satellite artificiale meteorologico fu lanciato in orbita dalla NASA il 1° Aprile del 1960 e si chiamava TIROS 1 da non confondere con il primo satellite artificiale che fu lo Sputnik 1, lanciato dall'Unione Sovietica il 4 ottobre del 1957 e rimase in orbita per soli 92 giorni. Le immagini Meteo inviate dal TIROS 1, ancora poco dettagliate, venivano registrate a bordo e poi inviate a terra su comando da parte dei tecnici addetti ai centri di controllo CDA della NASA.

Al TIROS 1 seguirono in graduale successione altri satelliti simili fino al 1964, quando questa prima serie sperimentale di satelliti Meteorologici venne sostituita poi da una nuova serie di satelliti operativi molto più sofisticata il cui nome era Nimbus .

Il Nimbus rispetto ai satelliti TIROS era in grado di fornire immagini molto più nitide e dettagliate sotto forma di fotografie e le immagini erano riprese in sequenza e trasmesse in tempo reale lungo le sue orbite e non più registrate a bordo e quindi a disposizione di chiunque si attrezzasse con apposite apparecchiature di ricezione. Va anche detto che nel periodo1966-1970 ai Nimbus venne affiancata una nuova serie di satelliti meteorologici USA chiamati ESSA con caratteristiche simili .

Alla fine degli anni 60 gli studiosi di scienza e Meteorologia si resero sempre più conto dell’importanza di questi satelliti non solo per rilevare i corpi nuvolosi, ma anche per ottenere altri tipi di informazioni relative al suolo terrestre, così agli inizi degli anni 70, tenendo presente l'esperienza fatta nei dieci anni precedenti, venne approntata una nuova serie di satelliti ancora più sofisticata delle precedenti e cioè capaci di riprendere immagini oltre che nello spettro del visibile anche nello spettro dell'Infrarosso.

Il primo satellite di questa serie fu lanciato il 23 Gennaio del 1970 e gli venne dato il nome provvisorio di ITOS 1 poi a quelli successivi venne dato il nome di NOAA, nome tutt'ora impiegato per tutti i satelliti meteorologici americani in orbite polari che seguirono, ultimo dei quali e forse definitivamente, è il NOAA 19 lanciato il 6 Febbraio del 2009.

 

 

Satelliti meteorologici:  aggiornamento al 14 Gennaio 2013.


GEO: SATELLITE GEOSTAZIONARIO

 

  Nome satellite          data lancio          Posizione


Europa

Meteosat 7                     2.9.1997         GEO 57.5° E

Meteosat 8 (MSG-1)     28.8.2002          GEO 9.5° E

Meteosat 9 (MSG-2)     21.12.2005         GEO 0.0°

MSG-3                           5.7.2012         GEO 3.4°W

MSG-4                             2015             GEO

Metop-A                       19.10.2006       orbita polare

Metop-B                       17.9.2012         orbita polare 

Metop-C                          2017             orbita polare

Metop-SG A1,A2,A3     2020-2041        orbita polare

Metop-SG B1,B2,B3     2022-2043        orbita polare

Jason-2                          20.6.2008       orbita polare

Jason-3                             2014           orbita polare

Sentinel-3A, 3B            2013, 2015       orbita polare 


U.S.A.

Goes-12                      23.7.2001            GEO 60°W

Goes-13                      24.5.2006            GEO 75°W

Goes-14                      27.6.2009           GEO 104.86°W

Goes-15                       4.3.2010            GEO 135°W

Goes-R e S                  2015 – 2017       GEO

Noaa-15                     13.5.1998          orbita polare  

Noaa-16                     21.9.2000          orbita polare

Noaa-17                     24.6.2002          orbita polare

Noaa-18                     20.5.2005          orbita polare

Noaa-19                      6.2.2009           orbita polare

Suomi NPP                 20.10.2011        orbita polare

JPSS-1  e -2                2017 – 2022     orbita polare

DMSP 19, 20                2014 – 2020    orbita polare


Russia

Electro-L N1              20.1.2011           GEO 76°E

Electro-L N2                 2013                GEO 14.5°W

Electro-L N3                 2015                GEO 166°E

Meteor-M N1            17.9.2009          orbita polare

Meteor-M N2               2012               orbita polare

Meteor-M N3               2015               orbita polare


Cina

Fengyun-2C(FY-2C) 19.10.2004         GEO 123.5°E

FY-2D                       15.11.2006         GEO 86.5°E

FY-2E                        23.12.2008        GEO 105°E

FY-2F                        13.1.2012          GEO 112°E

FY-2G e -2H             2012 – 2016      GEO

FY-4A a-4C             2015 – 2019      GEO

FY-1D                        15.5.2002        orbita polare

FY-3A                        27.5.2008        orbita polare

FY-3B                         4.11.2010       orbita polare

FY-3Ca -3G             2013-2021       orbita polare

FY-3 RM1 e RM2     2015-2019       orbita polare


Giappone

MTSAT-1R                26.2.2005          GEO 140°E

MTSAT-2                  18.2.2006          GEO 145°E

Himawari 8 e 9           2014 – 2016       GEO


India 

KALPANA-1            12.9.2002           GEO 74°E

INSAT-3A                 10.4.2003         GEO 93.5°E

INSAT-3D                2012 – 2014       GEO

Oceansat-1                 26.5.1999        orbita polare

Oceansat-2                 26.9.2009        orbita polare

SARAL-Altika             2012               orbita polare

Megha-Tropiques        12.10.2011      orbita polare


Corea del Sud

COMS-1                   26.6.2010        GEO 128.2°E

GEO-KOMPSAT     2017 – 2018       GEO

 


e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Ultimo aggiornamento Domenica 14 Febbraio 2016 14:57  

Allerta Fulmini

Allerta valida per l'area di Cave (RM)
Sistema di Allerta fulmini a scopo ludico ognuno rimane responsabile della propria incolumità e dei propri averi.
Tot. visite contenuti : 360005

statistiche contatore

Histats.com © 2005-2010 Privacy Policy - Terms Of Use - Powered By

Flag Counter

Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Se visiti VisitPalestrina.it, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più sui cookie uso e come eliminarli, vedere il nostro privacy policy.

Ok accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information